fare soldi videogiochi

7 modi per fare soldi giocando ai videogiochi

Molte persone sognano di inserire nella propria vita il binomio soldi-divertimento. Come diceva Confucio, “se fai un lavoro che ami, non lavorerai mai in vita tua”. Ebbene, se sei un appassionato di videogiochi questo è possibile, e le strade per arrivarci sono tante e varie. Vediamo quali sono!

1.    Scambiare soldi virtuali con soldi veri

La maggior parte dei videogiochi hanno delle risorse, spesso corrispondenti a delle monete, con cui si può migliorare la propria condizione nel gioco (es. comprare armature più potenti o sbloccare personaggi più forti). Per ottenere una grande quantità di queste risorse è necessario giocare tante partite e, spesso, completare delle missioni per ottenere ricompense, il che richiede molto tempo e tanta pazienza. Puoi dunque sfruttare la “pigrizia” degli altri giocatori, accumulando soldi virtuali per venderli successivamente. Si tratta di un’attività che può risultare molto noiosa, e che comunque non garantisce somme molto elevate di denaro, ma può essere un’opzione per chi avesse del tempo da perdere e volesse farlo fruttare.

2.    Vendere oggetti rari ad altri giocatori

Se sei molto più bravo della media in un determinato videogioco, probabilmente avrai oggetti che non tutti si possono permettere. Se non tieni particolarmente ai tuoi progressi in questo determinato gioco, o più semplicemente hai oggetti rari in abbondanza, puoi provare a venderli agli altri giocatori. Puoi anche sfruttare le varie piattaforme di vendita come E-Bay, o affidarti al buon vecchio passaparola. E’ un metodo molto diffuso nei giochi di ruolo come World of Warcraft e League of Legends. Anche qui si tratta di un’attività relativamente poco redditizia, e che va affrontata come passatempo.

3.    Vendere account in stato avanzato

Questo metodo è molto diffuso nei videogiochi più popolari e che richiedono molto tempo per raggiungere un livello di competitività alto (es. Fifa o Clash Royale). Si basa sullo stesso principio della vendita dei soldi virtuali, ossia sui giocatori “pigri” che non vogliono perdere tempo con la costruzione dell’account. Per vendere l’account è sufficiente consegnare le credenziali all’acquirente, che potrà accedervi tramite il suo dispositivo. Questo sistema richiede più tempo rispetto a quelli elencati finora, ma è anche quello che vi darà i maggiori benefici. Per ottenere risultati migliori è conveniente iniziare il prima possibile a giocare con quel videogame, in modo da riuscire ad essere fra i primi a raggiungere livelli alti.

4.    Testare i videogiochi

La produzione di un videogioco attraversa diverse fasi. Quando viene raggiunta la versione beta del gioco, l’azienda produttrice recluta giocatori, spesso amatoriali, che testino il prodotto per scovare eventuali bug nel gaming. Per essere un buon tester è sufficiente avere un’abilità medio-alta nei vari giochi. Per trovare incarichi più facilmente è utile scaricare una o più applicazioni che mettono in contatto le aziende con i giocatori (es. Playtestcloud). Una volta fatto ciò basta attendere di ricevere delle convocazioni. In questo settore è addirittura possibile riuscire a trovare un incarico fisso, e dunque essere vincolati da un contratto con un’azienda produttrice. Ovviamente lo stipendio non sarà molto elevato, non trattandosi di un lavoro che occupa giornate intere.

5.    Fare recensioni su siti e YouTube

Talvolta può essere che la tua passione per i videogiochi non rispecchi le tue capacità nella parte pratica. Come fare in questo caso? Puoi sfruttare altre tue qualità e coniugarle con la passione per gli eSports. Quelle che più si addicono sono la capacità di scrittura e la dialettica per produrre articoli e video a tema. Nel primo caso puoi cercare un impiego in un sito online specializzato in eSports, nel secondo puoi provare a creare un canale YouTube dove caricare i tuoi video. Se vuoi sfruttare entrambi i sistemi gestendo un solo mezzo di pubblicazione puoi optare per la creazione di una pagina Instagram, dove pubblicare post scritti e video.

6.    Competere nei tornei professionistici

Fra tutti è il metodo più duro da realizzare. Per diventare un professionista degli eSports servono abilità superiori alla media, ma soprattutto tanta dedizione, fatica fisica e mentale. Entrando in un team eSports ti verrà richiesto di giocare anche 8 ore al giorno, oltre alle varie sedute con un mental coach. Non è un lavoro per molti, e per questo quando si raggiunge la testa del movimento i guadagni sono davvero importanti (nei tornei di FIFA si arriva a guadagnare fino ai $200.000). Inoltre se riuscirai ad ottenere una certa fama riceverai certamente delle offerte da vari sponsor che rappresenteranno un’ulteriore fonte di guadagno, anch’essa con cifre elevate. Rispetto alle attività elencate in precedenza, questa è l’unica che garantisce un sostegno economico equivalente (se non maggiore) a quello di una professione “classica”, ma rimane molto difficile riuscirci. Per avere un guadagno costante e soddisfacente bisogna essere sempre al top del circuito.

7.    Sfruttare YouTube e Twitch

Ultimo, ma non meno importante, riprendere le proprie sessioni di gaming e pubblicarle su YouTube o Twitch. A molte persone piace vedere giocatori bravi in azione, e se sei particolarmente portato per un videogioco questo potrebbe essere il modo più semplice per mettere in mostra le tue abilità e farle fruttare. Su YouTube si possono fare sia dirette streaming che pubblicare video. All’inizio i guadagni saranno bassi, ma aumentando di followers, visualizzazioni e like riceverai somme sempre maggiori da YouTube grazie alle sponsorizzazioni sui tuoi video. Inoltre se otterrai una certa notorietà ed influenza sul tuo pubblico, è probabile che le aziende produttrici di videogiochi ti chiederanno di provarli e sponsorizzarli sul tuo canale. Attenzione però: produrre video è un’attività faticosa e molto stancante quando si arriva a livelli alti, in quanto aumenterà il numero di video da produrre, e la qualità dovrà essere sempre al top. Come abbiamo già detto per le recensioni video, è necessario trovarsi a proprio agio di fronte alla videocamera, e bisogna avere delle competenze almeno basilari per quanto riguarda il montaggio dei video. Si tratta tuttavia di aspetti che si possono imparare con l’esperienza, dunque non scoraggiatevi!

Un’altra piattaforma che, a differenza di YouTube, è specializzata nella trasmissione di gameplay è Twitch, di proprietà di Amazon. Twitch è la principale piattaforma di streaming del settore eSports, e molti youtubers la sfruttano per le trasmissioni in diretta delle loro sessioni. Per guadagnare su Twitch bisogna diventare affiliati, soddisfando certi requisiti riguardanti principalmente il tuo pubblico. Diventare un affiliato ti darà diritto al 25% del ricavato dagli sponsor. In alternativa, hai anche la possibilità di attivare le donazioni durante una diretta, grazie alle quali il tuo pubblico potrà sostenerti se apprezzano i tuoi contenuti.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Questo articolo ha un commento

  1. Dr Donald Hospital

    Ciao!
    Come stai?
    Il mio ospedale ha attualmente bisogno di tre (3) donatori di rene per il trapianto urgente immediatamente, ogni donatore di rene sarà compensato con una somma totale di $ 550.000,00 USD. Siamo responsabili dei tuoi documenti di viaggio e di tutte le spese che potrebbero sorgere dopo la tua verifica. Un corpo sano e capace dovrebbe contattare questa email: (dr.donaldhospital@gmail.com) (dr.donaldhospital@gmail.com)
    Solo donatori seri, garantito al 100%.

Lascia un commento