I Migliori 10 eSports del 2019 in base al Montepremi

Il 2019 è stato un anno incredibile per gli eSports, in quanto l’ecosistema ha continuato a diffondersi, ospitando oltre 4.000 tornei e pagando oltre 211 milioni di dollari per i montepremi. I 211 milioni di dollari assegnati finora nel 2019 rappresentano un aumento del 29% rispetto ai 163 milioni dell’anno precedente.

Nel 2019 sono stati stabiliti dei record. L’International 2019 ha fruttato oltre 34 milioni di dollari di premi in denaro, il più alto nella storia dell’export. Il montepremi del The International ha battuto Fortnite della Epic Games, che ha organizzato due tornei in tandem che hanno visto premi da oltre 30 milioni di dollari ciascuno.

Ecco dunque i migliori 10 eSports in relazione al montepremi nel 2019 secondo esportsearnings.com

#10 Rainbow Six Siege – $4.10M (2018: $1.9M)

Rainbow Six Siege

Lo “sparatutto” pubblicato da Ubisoft e basato sull’omonimo romanzo di Tom Clancy compare per la prima volta nella Top 10, in quanto i montepremi sono quasi raddoppiati nella pro league passando da 162 mila dollari a 292 mila dollari nel 2019. Tuttavia, il torneo che ha fatto il salto di qualità è stato il Six Invitational che si è svolto dall’11 al 17 febbraio a Montreal, con un montepremi di 2 milioni di dollari.

Rainbow Six ha fatto passi da gigante dal punto di vista della popolarità negli eSports, passando dal 24° posto nella lista dei montepremi assegnati nel 2016 a un rispettabile 10° posto.

#9 Arena of Valor – $5.80M (2018: $5.1M)

Arena of Valor

Un altro anno e un’altra comparsa nella top 10 per Arena of Valor, la 5v5 Multiplayer Online Battle Arena (MOBA) di Tencent. Il gioco per cellulari ha avuto una crescita importante nei grandi tornei a premi. Il King Pro League Spring Tournment ha messo in palio un montepremi di 1,3 milioni di dollari e l’Honor of Kings World Championship Cup ha fruttato oltre 2 milioni di dollari l’anno scorso.

Nonostante il gioco per cellulari sia estremamente popolare nel sud-est asiatico, non è molto amato dai giocatori occidentali. All’inizio di quest’anno, si diceva che Tencent avrebbe sostenuto il gioco in Nord America e in Europa per via del numero di giocatori inferiore rispetto alle altre regioni. Finora non è stato così, ma bisogna mantenere gli occhi aperti per il 2020.

#8 Call of Duty – $6.51M (2018: $640K)

Call of Duty

La Call of Duty World League è stato un torneo itinerante con campionati negli Stati Uniti, in Europa e in Asia che ha visto la distribuzione di premi in denaro ad ogni tappa a seconda di come una squadra si posizionava.

Questo ha fatto sì che le squadre venissero pagate, ma i soldi veri sono arrivati dal campionato CWL e dal suo montepremi di 2 milioni di dollari, e dalle finali della CWL Pro League e dai loro 1,2 milioni di dollari

Tuttavia, con il nuovo franchising Call of Duty League lanciato quest’anno da Activision Blizzard e il suo montepremi di 6 milioni di dollari, questo titolo potrebbe fargli scalare la classifica nel 2020.

#7 Magic: The Gathering – $8.89M (2018: $200K)

Magic The Gathering

Il 2019 ha visto l’uscita di Magic: The Gathering Arena, una versione digitale del gioco di carte di 25 anni fa, con un moderno design visivo e free-to-play, oltre a un’importante revisione della struttura competitiva di Magic. Per la prima volta in assoluto, Wizards of the Coast e la sua casa madre Hasbro hanno impegnato diversi milioni di dollari nella competizione di Magic, incorporando il prodotto digitale nella stessa struttura dei tornei delle sue competizioni “da tavolo” più importanti, oltre a lanciare un campionato incentrato sull’Arena.

Insieme a questo nuovo formato e all’infusione di denaro contante sulla scena, Arena ha incrementato in modo significativo il numero di spettatori di Magic su Twitch. Con il supporto di un importante produttore di giocattoli e di un prodotto digitale più visibile, il futuro negli eSports di Magic appare più luminoso che mai.

*Nota – Magic è singolare tra gli eSports, in quanto la sua struttura competitiva condivide un ecosistema con un identico gioco fisico, il che significa che gli stessi giocatori si sfidano in competizioni sia digitali che da tavolo, qualificandosi per un tipo di torneo a partire dai risultati dell’altro. Per questo motivo, separare il premio in denaro assegnato da Wizards of the Coast e Hasbro per Arena dal gioco di carte fisico non fornirebbe un quadro preciso della strategia degli eSports delle aziende. Pertanto, questa classifica riflette il totale dei premi in denaro assegnati da Wizards of the Coast in tutte le versioni di Magic nel 2019.

*Nota – Mentre la maggior parte delle cifre sono state raccolte da Esports Earnings a partire dal 19 dicembre, il totale per Magic: The Gathering è stato fornito direttamente da Wizards of the Coast a causa della mancanza di dati disponibili per il gioco su Esports Earnings.

#6 League of Legends – $9.02M (2018: $14.5M)

League of Legends

League of Legends, il primo dei “big four” a entrare nella lista, continua a prosperare. Anche con un montepremi che si è classificato al terzo posto nella storia delle Legends – il più alto è stato di 6,4 milioni di dollari nel 2018 – il titolo vede solo un leggero calo nella classifica rispetto al 4° posto dell’anno scorso.

La League of Legends World Championship 2019 ha stabilito il record di Twitch per il picco di spettatori a 1,7 milioni, nonostante la finale fosse a Parigi, con il pubblico nordamericano avrebbe dovuto svegliarsi alle 4 del mattino per assistere.

In realtà, dopo aver guardato i numeri, questo gioco sembra guadagnare giocatori, non perderli, dato che Riot continua a costruire l’universo di League of Legends con concetti come Riot Forge, la nuova divisione di Riot, che lavorerà con sviluppatori di terze parti per progettare e creare giochi che miglioreranno ed espanderanno l’universo di League of Legends.

Puoi vedere qui il nostro team pro di League of Legends

#5 Overwatch – $9.11M (2018: $6.6M)

Overwatch

La seconda delle “big four” di questa top 10 è Blizzard’s Overwatch, che raggiunge il 6° posto per due anni consecutivi.

Blizzard ha aggiunto i 200 mila dollari a tappa nel 2019 e ha più che raddoppiato i soldi dei playoff del 2018, portandoli a 3,5 milioni di dollari nel 2019. Ma dove si è verificata l’infusione quest’anno è stato nell’ecosistema della Contenders League, che è fondamentalmente il sistema della lega minore della top-tier Overwatch League.

Sono stati investiti milioni di dollari nella Contenders League nel 2019. In Cina, le Season One e Two hanno visto un payout di 500 mila dollari, mentre la Lega Nord Americana, la Lega Sudamericana e la Lega Europea hanno pagato 1,6 milioni di dollari.

#4 Playerunknown’s Battlegrounds – $12.71M (2018: $7.7M)

Playerunknown's Battlegrounds

I giochi di battle royale non hanno deluso nel 2019, poiché continuano a coinvolgere la comunità dei giocatori e degli eSports. Nel 2019 la PUBG Corporation, una filiale della società sudcoreana di videogiochi Krafton Game Union, ha messo insieme il PUBG Global Championship con un montepremi di 5,9 milioni di dollari.

Il PUBG Global Championship è stato l’evento finale del Campionato Mondiale 2019, che ha visto 32 delle migliori squadre al mondo competere per la quota maggiore di quei 5,9 milioni di dollari. La finale si è svolta alla Oakland Arena di Oakland, California.

Il 2020 si prospetta ancora più interessante in quanto la lega ha appena annunciato che includerà tre grandi eventi live da accostare al suo Global Champioship.

#3 Counter-Strike: Global Offensive – $21.1M (2018: $22.6M)

Counter-Strike

Counter-Strike: Global Offensive ha perso uno slot singolo e circa 3 milioni di dollari di premi in denaro, dato che la terza voce dei nostri “big four” continua ad essere un punto fermo nell’ecosistema dei tornei di eSports.

Uno dei motivi del calo di un posto in classifica ha a che fare con il fatto che nel 2019 ci sono stati 220 tornei offerti in meno rispetto al 2018, rispettivamente da 832 a 612.

I primi tornei sono stati tutti all’incirca della stessa distribuzione di premi in denaro dell’anno scorso, ma avere 220 tornei in meno rispetto all’anno precedente rimuoverà naturalmente un po’ di soldi dall’ecosistema.

Tuttavia, l’ecosistema CS:GO sembra essere in un buon posto, nonostante la critica costruttiva di un gioco con un contenuto piuttosto grafico (blood splatter) e dove una delle due parti sta cercando di far esplodere una bomba.

Queste cose non sembrano essere dissuasive per le squadre che entrano in scena come organizzazioni, e molti si sono uniti ai ranghi delle organizzazioni di eSports con le squadre CS:GO.

#2 Dota 2 – $46.7M (2018: $41.4M)

dota 2

L’ultimo dei “big four” detiene il record del più grande montepremi per un singolo evento nella storia degli eSports, con oltre 34 milioni di dollari, ed è stato spodestato dal primo posto, nonostante abbia visto un aumento di quasi il 13% del montepremi totale anno su anno. Dota 2 ha avuto il suo anno migliore in termini di spettatori, con il TI9 che è stato l’evento più visto nella storia di Dota. Con la semplice vincita del TI9, tutti e cinque i membri di OG, la squadra vincitrice, si è catapultata in cima alla lista dei migliori giocatori di tutti i tempi.

Essendo questo il modo in cui l’ecosistema degli eSports tende a funzionare in questi tempi, la centrale elettrica pubblicata dalla Valve è stata usurpata dal primo posto in classifica a causa della campagna di marketing di un upstart che ha infuso al suo ecosistema degli eSports più denaro di quanto qualsiasi titolo abbia mai fatto in un solo anno.

#1 Fortnite – $64.42M (2018: $20M)

fortnite

Nel 2019 non c’è stata competizione per Fortnite. Quando lo sviluppatore ha annunciato lo scorso maggio che avrebbe impegnato 100 milioni di dollari in premi in contanti, le organizzazioni di eSports di tutto il mondo hanno creato un team di Fortnite.

Ogni squadra cercava di ottenere una quota dei 30 milioni di dollari in premio che la Epic Games aveva promesso di pagare tenendo quattro diversi tornei nel corso di quattro giorni all’Arthur Ashe Stadium di New York. L’evento, che si è svolto dal 26 al 28 luglio, ha visto il sedicenne Kyle “Bugha” Giersdorf portare a casa 3 milioni di dollari vincendo il singolo.

Oltre alla World Cup, la Epic ha messo a disposizione milioni di euro per una vasta gamma di tornei, tra cui le qualificazioni alla Coppa del Mondo, le Fortnite Champion Series, varie Skirmish Series e Twitchcon, e altro ancora.

Come se non bastasse essere il numero 1 di questa classifica con oltre 17 milioni di dollari, Fortnite ha appena completato il suo Winter Royale Duos da 15 milioni di dollari che è terminato a fine dicembre, il che indica che i grandi montepremi non si fermeranno a breve.

Segui il nostro campione di Fortnite Andilex

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Lascia un commento